FREE DOWLOAD V

Introduzione V

LINK

Sito dell'editore B

Worldcat B

Opac B

Nell’ombra di Hitchcock. Amore, morte e malattia nell’eredità di Psycho

ETS, Pisa 2015, pp. 344​ , 63 ill. b/n (series / collana: “Scritture della visione”, 20)

SINOSSI

Nella letteratura su Alfred Hitchcock, pur sterminata, vi è ancora un aspetto singolarmente trascurato: la fortuna di cui ha goduto presso i colleghi, notoriamente vasta almeno quanto quella di pubblico e critica. Questo volume offre un contributo per colmare tale lacuna, sottoponendo ad analisi alcune riscritture di quello che è stato al contempo uno dei film più innovativi di Hitchcock e il suo maggior successo commerciale: Psycho (Psyco, 1960). Nel suo primo mezzo secolo di vita, la vicenda di Norman Bates ha ispirato senza soluzione di continuità parodie, seguiti e rifacimenti, non di rado in polemica fra di loro, mentre innumerevoli sono state le citazioni e le allusioni ai momenti più iconici del film. Al di sotto delle variazioni di superficie, si intende mettere in luce come l'oggetto più problematico e più malleabile di tali rielaborazioni siano state le inquietudini sollevate dal legame tra sessualità, malattia e morte stabilito dal modello hitchcockiano. Se ne verificano i risultati – in funzione del mutare dei contesti culturali e delle ideologie – in opere che spaziano da Homicidal (1961) di William Castle a Frenzy (1972) dello stesso Hitchcock, i diversi ripensamenti di Brian De Palma (Le due sorelleVestito per uccidere), gli horror slasher degli anni '70 e '80, i numerosi sequel (cinematografici e letterari), il remake diretto da Gus Van Sant nel 1998, fino ad arrivare alla forma più estrema di parodia, quella in chiave pornografica, con Official Psycho Parody (2010).

​INDICE

 

Introduzione V

I.      Sicko. Le radici dell’influenza di Psycho 

1.1. Hitchcock vs Clouzot – 1.2. Un racconto immorale – 1.3. Padri e madri – 1.4. Un agnello catatonico – 1.5. Da Landru a Norman – 1.6. Steiner vs Simon 

II.      I Bates in Danimarca. Homicidal (1961) di William Castle

2.1. Oltre il gimmick – 2.2. Enciclopedia danese – 2.3. Coda italiana 

III.    Norman a Londra. Frenzy (1972) di Alfred Hitchcock 

3.1. Da un Frenzy all’altro – 3.2. Le patate! – 3.3. Nuove donne colpevoli – 3.4. “Ha visto Psycho?” – 3.5. Aria di casa – 3.6. Due stupri e due delitti

IV.   Norma che visse tre volte. Brian De Palma interprete di Psycho (1973-1992)

4.1. “What about the body?”: Sisters – 4.1.1. Vedere tutto, e anche di più – 4.1.2. Una pillola per Norma – 4.1.3. Una risposta culturale – 4.2. Le fantasie della signora Loomis: Dressed to Kill – 4.3. Coda postmoderna 

V.     Figli e nipoti. Gli slashers adolescenziali (1974-1983) 

5.1.  La prima eredità – 5.2.  Varianti vernacolari – 5.3.  Disarmonie pastorali – 5.4.  Per riannodare i fili – 5.4.1. Dal motel al campeggio – 5.4.2. Dietro la maschera – 5.4.3. La “regola numero uno” e le sue infinite eccezioni – 5.4.4. Body Count – 5.4.5. E alla fine non rimase (quasi) nessuno – 5.4.6. Una questione di punti di vista – 5.5.  Dalla liberazione al permesso 

VI.    Norman a Hollywood. Psycho II (1982) di Robert Bloch 

6.1. Fortuna che... – 6.2. Norman camminava sulla strada... – 6.3. Crazy Lady – 6.4. Norman Bates, l’originale

VII.   Normalizzare Norman. Forgeries degli anni Ottanta 

7.1. Un altro Psycho II – 7.2. Un autografo ibrido: Psycho III – 7.3. Il ritorno di Stefano: Psycho IV – 7.4. Normalizzare Perkins 

VIII.  La rivincita delle sorelle Crane. Psycho (1999) di Gus Van Sant 

8.1. Paratesti – 8.2. Una doccia fredda – 8.3. Quale militanza? – 8.4. Van Sant e gli altri – 8.5. Contraddizioni 

IX.    Da Fairvale a Pornotopia. Official Psycho Parody (2010) di Gary Orona

9.1. Porno, genere, parodia – 9.2. Da Phoenix a Fairvale in 25 secondi – 9.3. Un’occasione mancata – 9.4. Di come si consolò Lila – 9.5. «Ma nel caso di Norman...» – 9.6. Se Marion fosse morta in un altro momento... 

Bibliografia  

Vedi tutti i libri

Vedi tutti i saggi

© 2018-2019 by Mauro Giori

  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon